Editoriali

La Cina continua a spingere su piu' fronti per conquistare il mercato mondiale del manifatturiero, facendo leva su valori occidentali quali il libero mercato e lo sviluppo della finanza internazionale. I politici dell'Occidente, adulati dal fatto che la Cina accetti finalmente il nostro modo di pensare, ci cascano, dimentichi della leggenda del cavallo di Troia.
Nel mio recente contributo per Radiocor- IlSole24Ore, Moody’s fa i conti e si allinea alla realtà dei fatti,commento il downgrade da parte di Moody's del debito sovrano cinese, da A1 ad Aa3: niente altro che un'allineamento col la realta', cosa che le agenzie di rating fanno piuttosto in ritardo. Il mercato delle obblicazioni in Cina, al momento, non e' un mercato, il volume delle contrattazioni e' basso, e chi acquista le obbligazioni emesse dallo Stato sono banche di stato, anch'esse, che, quasi sempre, le tengono in portafoglio fino a scadenza.
ll presidente della repubblica italiana si trova in Cina per una visita ufficiale. Questa visita di stato avviene in un momento particolare sia per la Cina che per l'Italia: i due paesi stanno sempre più forgiando rapporti commerciali in un contesto di rispetto reciproco e di interessi comuni ed il commercio tra i due paesi mostra segni di miglioramento con il deficit italiano in leggero calo. Gli investimenti di capitale degli ultimi anni (Pirelli/ChemChina) hanno contribuito a migliorare l'immagine che la comunità d'affari italiana ha della Cina.

I PIÙ LETTI