Radio

Eravamo preoccupati che potesse esserci una trappola del debito. Ma abbiamo detto che non può accadere. Poi ci siamo preoccupati per la perdita di asset strategici. E abbiamo pensato di no, in realtà il Memorandum of Understanding (per la...
La Cina sta cercando di bilanciare il confine tra il ruolo del governo e il ruolo del mercato. Questa linee tendono a collidere in un modo o nell'altro, soprattutto quando alcune industrie si espandono rapidamente. A un certo punto l'equilibrio fra...
Oggi, con Stuart Lau di Politico.eu, abbiamo discusso del recente accordo su investimenti UE-Cina e di chi saranno i vincitori di questo accordo. Abbiamo rivisto l'MoU sulla BRI per dimostrare che, ora, quasi tutti i paesi del mondo seguono gli esempi dell'Italia e fanno accordi con la Cina. Infine il mio consiglio su come impegnarsi con la Cina su temi legati alla democrazia e ai diritti, non il mio campo , ma ho dato la mia opinione, per quel che possa valere
BBC - Fergus Nicoll: Si teme che questa crisi possa costituire una minaccia esistenziale per l'UE. Ho chiesto all'economista con sede a Roma Michele Geraci, fino a poco tempo fa sottosegretario allo Sviluppo economico nel governo di Conte se...
BBC: The government in Rome have seemed rather confused about school closures; for example, one minute suggesting they won't be closed and then, suddenly, announcing they would be. It's not been easy for the government in Rome https://youtu.be/VCAqxhUkovE Geraci: Indeed, it has not...
Intervista per RadioRadicale, assieme a Valeria Manieri, Francesco Radicioni e Eugenio Buzzetti. Quale il futuro della "guerra" dei dazi tra Cina-USA? e per l'EU cosa si prospetta? Perché la Cina fra pochi anni ci raggiungerà? Su cosa deve sapere puntare l'Italia? Ecco alcune risposte... 
Mettere dei dazi, magari temporanei, in settori specifici non significa essere protezionisti, né tanto meno significherebbe distruggere le esportazioni italiane. Coloro che temono che le esportazioni italiane verso l’estero possano soffrire solo perché l’Italia, o l’Europa, mette dei paletti, forse non comprendono bene le dinamiche del commercio internazionale.
Nel primo semestre 2017, il Pil della Cina è cresciuto del 6.9% un po’ al di sopra delle aspettative degli analisti. Ne ho discusso ieri, ospite della rubrica di Radio Radicale AGI China [link]. Come spesso accade, la notizia ha scatenato subito una grande una grande fanfara mediatica con analisti e commentatori pronti a dichiarare che la Cina è uscita del tunnel della transizione verso il New Normal e che le prospettive di crescita sono più rosee di quanto ci si aspettasse.

I PIÙ LETTI