Partito vitale per grandi conquiste

ULTIMI POST

In un mondo in cui le forze politiche cambiano continuamente, con partiti di destra, centristi e di sinistra in tutto il mondo che si contendono le elezioni per governare i loro paesi e grandi oscillazioni nelle preferenze degli elettori, il Partito Comunista Cinese, che sta celebrando il centenario della sua fondazione, si distingue in netto contrasto per la sua continuità.

NOTA BENE

Questo testo è una traduzione dell’articolo originale disponibile su chinadaily.com.cn

Questo è uno dei più importanti risultati del PCC, un successo istituzionale che va di pari passo con le conquiste sociali ed economiche che ha fatto nella sua 100-anni di storia, compresa l’attuazione di riforme fondiarie che hanno cambiato la società rurale e aumentato il reddito degli agricoltori, rafforzando la coesione sociale e nazionale, sollevando circa 800 milioni di persone dalla povertà estrema negli ultimi quattro decenni, la costruzione di una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti, il progresso globale dello stato di diritto e la registrazione di una crescita economica impressionante che ha superato 100 trilioni di yuan (15,45 trilioni di dollari) nel 2020.

Ora, il PCC è pronto a realizzare il ringiovanimento della nazione cinese.

I risultati del PCC sono dovuti a un mix di leadership, visione, competenza di alto livello e capacità esecutive eccellenti, qualità necessarie per superare le molte sfide incontrate lungo il percorso. Molto probabilmente, la maggior parte degli altri partiti politici avrebbero ceduto alle molte difficoltà che il PCC ha sopportato.

Ma il PCC non solo è sopravvissuto, ma ha anche imparato preziose lezioni dal passato e si è continuamente migliorato e rafforzato.

Dopo che la Repubblica Popolare fu fondata nel 1949 sotto la guida del presidente Mao Zedong, il Partito iniziò a unificare il paese dopo il periodo caotico successivo alla caduta della dinastia Qing (1644-1911)e l’attuazione di misure volte a migliorare le vite e i mezzi di sussistenza del popolo cinese che aveva sofferto prima e durante la seconda guerra mondiale e nel corso della guerra civile.

Ma il vero cambiamento di rotta avvenne dopo il Terzo Plenum dell’11º Comitato Centrale del PCC nel 1978, quando l’ex leader Deng Xiaoping adottò una nuova linea di azione economica e gradualmente aprì l’economia cinese al mondo esterno con il Partito aderendo al principio di Deng Xiaoping di “attraversare il fiume sentendo le pietre”.

Mentre l’ex leader Jiang Zemin ha costruito sull’esperienza di Deng Xiaoping, il suo successore Hu Jintao ha costruito sulle esperienze di Deng e Jiang.

Allo stesso modo, il Segretario Generale del Comitato Centrale del PCC, Xi Jinping, si basa sulle esperienze dei suoi predecessori. Come suggerisce Xi Jinping Thought on Socialism with Chinese Characteristics for a New Era, sta anche cercando esempi di successo o fallimenti al di fuori della Cina per tracciare il futuro corso di sviluppo del Partito e del paese, per migliorare ulteriormente il benessere del popolo cinese.

Per molti osservatori occidentali, il PCC può apparire come un’entità monolitica statica basata su una sola dottrina. Ma la crescente lista di riferimenti teorici, che inizia con il marxismo-leninismo e il pensiero di Mao Zedong, e continua con la teoria di Deng Xiaoping, l’importante pensiero di Tre Rappresenta e la Prospettiva Scientifica sullo Sviluppo e ora Xi Jinping Pensiero sul Socialismo con Caratteristiche Cinesi per una Nuova Era, racconta una storia diversa.

Le altre grandi fonti di forza per il Partito sono la flessibilità, la capacità di adattarsi ai tempi attuali e la capacità di non solo affrontare ma anche anticipare nuove sfide.

Il PCC sta guidando il paese con la necessaria lungimiranza ed è pronto a rispondere a tutte le sfide che si presentano. Il Partito agisce sia come un forte leader, sia come un paziente ascoltatore delle questioni sociali, ed è pronto a perfezionare la sua politica ed evolvere con i tempi, e anche a ritardare l’attuazione delle decisioni, se necessario.

Poiché i bisogni del popolo cinese sono soddisfatti, a mio avviso e contrariamente a quanto credono alcuni osservatori occidentali, essi non vedono la necessità di cambiare il sistema politico verso una democrazia elettorale.

Inoltre, democrazia non significa necessariamente elezioni. La parola ha radici nel termine greco demos Kratos, che significa “potere al popolo”, ma può anche essere interpretato come “potere di consegnare”.

E il PCC, secondo entrambe le interpretazioni, ha consegnato più di quanto gli osservatori occidentali vorrebbero credere perché la Cina ha scelto un modello in cui la competenza della leadership è al centro.

Questa competenza deriva da anni e decenni di esperienza prima che un individuo possa salire ai ranghi più alti del Partito. Il Partito opera secondo il principio della meritocrazia e, così facendo, attua.

Il presidente Xi, intervenendo all’incontro del 1º luglio in occasione del 100º anniversario della fondazione del PCC, ha dichiarato che ogni paese è libero di scegliere il sistema politico più adatto. A giudicare dai fatti e dalle cifre e dai risultati del PCC, credo che la Cina stia facendo del suo meglio per la popolazione.

FONTI E APPROFONDIMENTI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I PIÙ LETTI

MORE FROM THIS TOPIC