In Cina ogni coppia può avere tre figli: il piano per il ripopolamento

ULTIMI POST

La Cina ha deciso, tutte le coppie sposate possono avere fino a tre figli e usufruire del sostegno governativo per l’istruzione e l’educazione dei bambini, una mossa che arriva mentre Pechino lotta per invertire una situazione demografica in peggioramento che presenta una serie di sfide sociali ed economiche.

Il cambiamento avviene più di cinque anni dopo che Pechino ha concluso la sua decadente “politica del figlio unico” per permettere a tutte le coppie di avere due figli, e segue il rilascio, l’11 maggio, delle cifre del censimento che mostrano la popolazione cinese sull’orlo di una svolta storica dopo anni di rapida crescita.

L’annuncio è arrivato dopo una riunione di lunedì del Politburo, l’organo decisionale del Partito comunista cinese, presieduto dal leader Xi Jinping, un segnale di preoccupazione per la situazione demografica ai massimi livelli del paese. La Xinhua News Agency ha detto che il cambiamento “migliorerà la struttura della popolazione del paese, attuerà attivamente la strategia nazionale per rispondere all’invecchiamento della popolazione e manterrà il vantaggio demografico del paese.”

Nel 2013, il governo ha permesso alle coppie di avere due figli quando uno dei genitori era figlio unico, e nel 2015, Pechino ha detto che avrebbe permesso a tutte le coppie di avere fino a due figli.

Circa la metà delle coppie cinesi sono disposte ad avere due figli, secondo uno studio del 2017 della Federazione femminile cinese sostenuta dallo stato.

Il censimento di un decennio ha mostrato 12 milioni di bambini nati in Cina l’anno scorso, il quarto anno consecutivo in cui le nascite sono diminuite, nonostante le restrizioni allentate. Nel 2016, ci sono stati 17,86 milioni di nascite.

Il censimento ha anche mostrato un forte aumento della percentuale di cinesi di età pari o superiore a 60 anni, al 18,7% della popolazione alla fine del 2020, rispetto al 13,3% del 2010. La quota di cittadini cinesi di età compresa tra i 15 e i 59 anni, che rappresenta la dimensione della popolazione attiva, si è attestata al 63,35% nel 2020, rispetto al 70,1% del 2010.

“L’evidenza in altri paesi suggerisce che, una volta [il] tasso di natalità è su una tendenza al ribasso, è difficile da… Invertire”, ha detto Zhang Zhiwei, capo economista a Pinpoint Asset Management.

A Hong Kong, Taiwan, Singapore, Corea del Sud e Giappone, anni di sforzi governativi per invertire il calo delle nascite sono in gran parte falliti. Ma la portata della sfida della Cina è su un ordine diverso.

Per più di tre decenni, la Cina ha fatto affidamento sui giovani lavoratori per alimentare la sua crescita economica e costruire la seconda economia più grande del mondo. Ora, l’impatto della politica del figlio unico imposta da Pechino nel 1980 sta diventando evidente, avendo efficacemente impedito la nascita di milioni di lavoratori e donne in età fertile, come il numero di anziani è in aumento.

Come nelle città, l’impatto della nuova politica sarà probabilmente limitato nelle campagne. Molte famiglie hanno già due o più figli a causa della politica di nascita meno restrittiva della Cina nelle aree rurali, ha detto Wang Han, una donna di 25 anni di una contea rurale nella provincia centrale cinese dell’Henan.

“La mia preferenza per avere due figli si basa sulla valutazione delle mie condizioni economiche e capacità”, ha detto Ms. Wang. Tuttavia, ha visto come un positivo che il governo ora permetterà tre bambini. “Se dovesse succedere un terzo bambino, non dovrei più preoccuparmi.”

La commissione cinese per la pianificazione familiare ha storicamente avuto un ampio margine di manovra per gestire la vita privata delle persone, compreso il potere di belle coppie che hanno violato la politica del figlio unico e talvolta di costringere le donne ad abortire.

In concomitanza con la sua abolizione delle restrizioni alla nascita, il Politburo ha anche detto lunedì che avrebbe gradualmente aumentare l’età pensionabile nazionale e aumentare gli investimenti nella sua popolazione anziana, senza elaborare.

Qualsiasi iniziativa volta a ritardare l’età pensionabile potrebbe anche scoraggiare la gravidanza, dal momento che molti dei futuri genitori di oggi sono a loro volta solo bambini che si affidano ai loro genitori in pensione per essere caregiver primaria per i loro nipoti.

“È difficile immaginare cosa dovremo affrontare se avremo più figli e i nostri genitori non saranno in grado di aiutarci con il pensionamento posticipato”, ha detto Wang Shuo, un avvocato di 31 anni a Shenzhen che si è sposato l’anno scorso ma non ha figli.

Sulla piattaforma cinese di Twitter, come Weibo, la nuova politica delle nascite è stata accolta con derisione diffusa.

“Non compro tre Rolls-Royce non perché ci sia qualche restrizione, ma perché sono costose”, ha letto un post ampiamente condiviso, confrontando i bambini con il marchio britannico di auto di lusso.

“Se due soli figli si sposano, allora dovranno prendersi cura di quattro genitori, tre figli e andare in pensione a 65 anni”, leggete un altro post ampiamente condiviso. “Gli asini hanno una vita migliore di questa.”

APPROFONDIMENTI E FONTI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I PIÙ LETTI

MORE FROM THIS TOPIC