G20, conferenza stampa per l’ambiente a Napoli: “combattiamo il cambiamento climatico”

ULTIMI POST

Con gli incendi boschivi che infuriano negli Stati Uniti e in Russia e le inondazioni che devastano parti dell’Europa occidentale, i ministri dell’ambiente e dell’energia del gruppo dei 20 paesi industrializzati si sono riuniti giovedì per due giorni di colloqui in vista della cruciale conferenza sui cambiamenti climatici di novembre.

L’Italia ospitante spera che i colloqui di Napoli aiutino a stimolare obiettivi ambiziosi da adottare alla conferenza COP26 di Glasgow, in Scozia, che secondo gli organizzatori rappresenta “l’ultima migliore possibilità al mondo per tenere sotto controllo il cambiamento climatico incontrollato”.

Gli incontri di Napoli sono incentrati su tre temi principali: biodiversità e tutela degli oceani; promuovere economie circolari, in particolare nei settori della moda e del tessile; e riallineare il sistema finanziario per promuovere lo sviluppo sostenibile.

Gli incontri si svolgono mentre gli incendi boschivi squarciano enormi distese di terra arida negli Stati Uniti occidentali e in Siberia, e mentre la Germania e il Belgio continuano lo sforzo di pulizia dopo che torrenti di alluvioni hanno devastato diverse piccole città, uccidendo più di 200 persone. Gli scienziati affermano che mentre è difficile attribuire tempeste specifiche ai cambiamenti climatici, le condizioni meteorologiche estreme del tipo che hanno causato le inondazioni improvvise diventeranno più gravi e frequenti in un mondo in fase di riscaldamento.

Mentre molti paesi si sono impegnati a eliminare le emissioni nette di carbonio entro il 2050, il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico afferma che le emissioni devono essere ridotte di almeno il 40% entro la fine del decennio per mantenere le temperature sotto controllo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I PIÙ LETTI

Taiwan: un’altra visita ma senza ritorsioni sulle relazioni Cina – UE

Oggi sul South China Morning Post ho cercato di buttare acqua sul fuoco anche per la visita del Vice Ministro dei Trasporti della Lituania...

MORE FROM THIS TOPIC